Tour della Val d’Orcia e di Montepulciano

tour val d'orcia
  • Borgo di San Quirico d’Orcia

  • Horti Leonini

  • Piazza rinascimentale di Pienza

  • Cattedrale di Pienza

  • Centro storico di Montepulciano

  • Piazza Grande Montepulciano

Durata del tour: 6 ore
Difficoltà: media
Adatto ai bambini: sì
Accessibilità per i diversamente abili: no Horti Leonini
Dislivello: 70 metri (Montepulciano)
Ulteriori info in fondo alla pagina

Un tour della Val d’Orcia, un angolo poetico della Toscana

Con il tour della Val d’Orcia e di Montepulciano scoprirai cosa vuol dire immergersi nella bellezza della campagna toscana, quella decantata dai visitatori di tutto il mondo. In questo itinerario, della durata di un’intera giornata, contemplerai l’incanto di quest’area – patrimonio UNESCO – visitando i suoi borghi più rinomati, che, per la loro storia e l’eccezionale stato di conservazione, sono autentici gioielli da scoprire. 

Il tour della Val d’Orcia comincerà da San Quirico, un villaggio di origine etrusca che nel Medioevo fu uno degli importanti punti di sosta sulla Via Francigena. All’interno del borgo visiteremo i luoghi che si legano alla storia di questo antico percorso dei pellegrini, come il cortile del vecchio Ospedale della Scala e la Pieve di Santa Maria Assunta, luoghi frequentati dai viandanti per la sosta e la preghiera. Ci immergeremo poi nella tranquillità degli Horti Leonini, uno dei mirabili esempi di giardino all’italiana risalente al Cinquecento, gli Horti furono donati nel Seicento dal granduca di Toscana Cosimo III all’importante famiglia dei Chigi. Ritornando all’interno del centro storico, visiteremo la Collegiata dei Santi Quirico e Giuditta, un interessante esempio di architettura romanica della zona, specialmente per la ricchezza iconografica dei suoi portali.

tour val d'orcia

Piazza Pio II a Pienza

Pienza, la città ideale del Rinascimento

Dopo la visita di San Quirico, ci dirigeremo verso Pienza; sulla strada che separa i due borghi, rimarrai letteralmente incantato dalla vista dei poderi e dei cipressi che punteggiano le cime delle colline. Ci fermeremo a metà percorso per ammirare quella che è un’icona della Toscana nel mondo: la Cappella di Vitaleta. Dopo che avrai fatto delle foto al pittoresco edificio immerso nella campagna, ti racconterò la singolare storia della cappella e del suo legame con una prodigiosa statua della Vergine che era un tempo lì custodita. Quando saremo arrivati a Pienza, in un primo momento non ti verrà da pensare che in questo piccolo borgo si possa conservare un gioiello architettonico del Rinascimento. Poco dopo che ci saremo addentrati tra i suoi vicoli, raggiungeremo la maestosa Piazza Pio II, il cuore di Pienza che, nel contesto degli edifici che vedremo, è un esempio straordinario di pianificazione urbanistica.

La Cattedrale di Pienza, un edificio speciale …

Trasformata per volontà di papa Pio II – dal quale ha preso anche il nome attuale –, Pienza era un villaggio medievale originariamente chiamata Corsignano, ma alla metà del Quattrocento quel villaggio fu ripensato come una ‘città ideale del Rinascimento’, grazie soprattutto alle nuove architetture oggi visibili che ne hanno ridisegnato in buona parte il suo volto.

Visiteremo la Cattedrale, un edificio che, per la sua forma particolare, non solo si distingue completamente dalle altre chiese del territorio, ma ha anche una forma – quadrata – che è l’evidente espressione di un revival dei modelli classici, seguendo una tendenza che era tipica negli ambienti eruditi del Quattrocento e di cui Pio II – appartenente alla potente famiglia dei Piccolomini – fece parte. Scopriremo che il Duomo di Pienza ha delle peculiarità anche al suo interno, dove potremo notare come le navate siano incredibilmente attraversate da una grande quantità di luce, al punto che lo stesso Pio II definì la sua Cattedrale una “casa di vetro”. Altra cosa particolare dell’interno sono le pale d’altare – tutte della stessa dimensione e forma  che vedono la rappresentazione di santi il cui culto era sia legato alle vicende personali del papa e sia al ‘manifesto politico’ del suo pontificato che coincise con il periodo in cui l’Europa e la cristianità intera vissero un momento cruciale della loro storia. Dopo aver apprezzato la particolare atmosfera di questa chiesa  che, proprio grazie alle sue forme e ai suoi simboli, ti fa avvertire la sensazione di trovarti in un ambiente unico nel suo genere –, torneremo all’esterno, dove andremo a scoprire i segreti che si celano nel disegno geometrico del pavimento della piazza che, come vedremo, è legato alla luce solare e alle stagioni. Ci sposteremo verso la zona panoramica che sta alle spalle del Duomo, dove potrai finalmente contemplare una vista del paesaggio che finora avevi potuto apprezzare solo nei documentari e nei film. Sullo sfondo del paesaggio ameno che si aprirà davanti a te potrai vedere, dopo il dolce declivio delle colline, la mole del Monte Amiata.

tour san quirico d'orcia

Portale romanico della Collegiata di San Quirico

tour montepulciano

Piazza Grande, Montepulciano

Visita guidata di Montepulciano

Dalla terrazza panoramica sarà possibile anche notare un dettaglio del set del noto film Il GladiatorePer pranzo potremo fermarci in una agriturismo della zona, dove assaggeremo i piatti tipici di questa terra magica, preparati secondo la tradizione. L’ultima tappa del tour della Val d’Orcia sarà Montepulciano, una cittadina che si trova fuori dal parco della Val d’Orcia, ma è una tappa essenziale per completare l’esperienza di viaggio in questo affascinante territorio. Come scrisse il poeta francese Paul Bourget – uno dei tanti intellettuali stranieri che soggiornarono nella cittadina – 

«(Montepulciano è un borgo di una) bellezza feroce, incastonato nei suoi bastioni con disegno netto come un rilievo di geometria».

Piazza Grande, il gioiello del XVI secolo

Baluardo strategico per il controllo dei traffici commerciali, Montepulciano è stata per secoli oggetto di contesa tra le antiche repubbliche di Siena e Firenze; l’avvicendarsi dei diversi domini ha avuto un riflesso nelle architetture della città.

Cominceremo il tour di Montepulciano da Porta delle Farine, accesso medievale il cui nome si lega a un motivo particolare che scopriremo insieme. Quando avremo raggiunto Piazza Grande rimarrai senza parole di fronte alla bellezza di questo spazio cuore della città che, grazie ai suoi eleganti edifici rinascimentali, ha reso famosa Montepulciano con  l’appellativo di “perla del Cinquecento”Piazza Grande è stata inoltre il set di alcune importanti produzioni cinematografiche; nel mentre vedremo i palazzi della piazza, ti mostrerò dove sono state girate le scene dei Medici e di New Moon, un film quest’ultimo facente parte della saga di TwilightVisiteremo poi la Cattedrale, una maestosa chiesa che conserva capolavori dell’arte toscana dal XIV al XVII secolo, alcuni provenienti dalla pieve medievale preesistente. Dopo la visita del Duomo, le sorprese non saranno finite: scendendo verso la zona bassa della città, scoprirai la strepitosa bellezza del centro storico e dei suoi panorami mozzafiato — come quello che si apprezza dal cortile di Palazzo Ricci — oppure dei luoghi storicamente unici, come il Caffè Poliziano, uno dei bar più antichi d’Italia.

Alla fine di questo tour della Val d’Orcia e di Montepulciano tornerai a casa consapevole di portare con te le immagini e i sapori di uno degli angoli più preziosi della Toscana.

tour val d'orcia

Cappella di Vitaleta, San Quirico d’Orcia

Tempio di San Biagio, Montepulciano

Questo tour si può prenotare anche in combinazione con gli altri tour disponibili su Siena e Firenze, consultabili nel Menu.

La sosta in un agriturismo si intende come una mera proposta La guida non è un’agenzia turistica, per cui non può prenotare servizi esterni, ma solo fornire info ai clienti sui servizi esterni.

Il costo del biglietto per l’interno del Tempio di San Biagio non è incluso nella tariffa del tour. In alternativa alla visita dell’interno, si può anche solo visitare la zona esterna dell’edificio.

Per i gruppi organizzati con bus turistico, ci sono punti di discesa e risalita dei passeggeri per ogni tappa (cliccare qui per visualizzare i punti sulla mappa). I bus turistici sono soggetti al pagamento di un checkpoint a Montepulciano (maggiori info cliccando qui). Per info sui biglietti dei musei, prenotazione del tour, o per avere il contatto di un driver autorizzato che fornisca il servizio privato di transfer, scrivere a:

info@guidaturistica-michelebusillo.com

  • EnglishEnglish
  • EspañolEspañol
  • ItalianoItaliano
  • A partire da 35 € a persona. 2 ore Scopri di più
    info@guidaturistica-michelebusillo.com

    Michele Busillo

    Guida turistica abilitata per il territorio di Siena e Firenze
    P.Iva: 05245900658
    Pec: michele.busillo@pec.it
    Cookie Policy
    Privacy Policy

    Contatti

    Per info su preventivi per i gruppi, o per personalizzare l’itinerario contattatemi a:
    Mail: info@guidaturistica-michelebusillo.com
    Mobile: +39 3332591526

    Chi sono

    Mi chiamo Michele Busillo e sono una guida turistica abilitata per le province di Firenze e Siena, in lingua italianaspagnola ed inglese. Vivo nel Chianti, a metà strada tra le città del Palio e la culla del Rinascimento. Amo far scoprire ai visitatori la bellezza di un territorio davvero unico.

    Copyright © 2018 by Guida Turistica Michele Busillo

    Michele BusilloGuida turistica abilitata per il territorio di Siena e FirenzeGuida Turistica in Toscana, abilitata per Siena e FirenzeTour di Firenze passeggiando per l’elegante centro storico della città.