Trekking Castelli del Chianti senese

trekking castelli chianti senese

 

  • Gaiole in Chianti

  • Torre di Montegrossi

  • Badia a Coltibuono

  • Cetamura

  • Vertine

  • Pieve di Spaltenna

Durata del tour: 6 ore

Livello di difficoltà: medio/alto

Accessibilità disabili: no

Adatto ai bambini: sì

dislivello: 560 metri

 

Altre importanti info in fondo alla pagina (o cliccare qui)

Un cammino tra i castelli del Chianti senese

Con il trekking tra i castelli del Chianti senese vivrai l’emozionante scoperta di un territorio magico, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo per il suo vino e i suoi edifici rustici e che deve il suo fascino a una componente importante che ancora ne distingue il paesaggio: le fortificazioni.

Essendo infatti luogo di passaggio obbligato per i viandanti che dalla Valdarno transitavano verso l’interno, il Chianti si è andato nel corso dei secoli definendo nei suoi confini territoriali, contesi soprattutto da Firenze e Siena, e quindi caratterizzato da un’architettura militare che ancora oggi ne segna il profilo.

Poiché il raggiungimento dei luoghi della guerra e della guardia non avveniva con mezzi veloci – come avviene quando si viene qui solo per visitare le cantine o i borghi – è attraverso il cammino lento che si possono notare tutti i passaggi, ogni visuale che quindi fa comprendere come il territorio era custodito e attraversato dagli uomini del passato. Quale cosa migliore quindi che scoprire il Chianti attraverso un cammino a piedi che attraversi proprio i suoi castelli?!?

trekking castelli del chianti

Torre dei cancelli

Il punto di partenza del nostro trekking sarà Gaiole in Chianti, luogo di antico mercatale situato nella valle del torrente Massellone, a quaranta minuti da Siena. I primi chilometri del nostro cammino costituirà uno dei tratti di maggiore difficoltà di tutto il percorso, dal momento che dovremo affrontare 320 metri di dislivello su una distanza di 5 chilometri.  Andando verso Montegrossi, uno dei castelli più antichi di tutta l’area di cui oggi si conserva solo una torre, rimarrai sorpreso dalla vista vertiginosa di un’antica cava in pietra che si trova sul cammino.Oltre a questo potrai apprezzare la bella vista sulla Valdarno, che ora, dopo le tante curve e gole che hai affrontato – anche solo per raggiungere il punto iniziale del trekking – potrai vedere che si apre in tutta la sua imponenza, incoronata dal maestoso Pratomagno.

Lasciando una zona esposta al sole, ci addentreremo nel nostro trekking dei castelli del Chianti senese in una strada ombrosa, coperta nell’ombra da querce e abeti per raggiungere, dopo aver fatto alcuni metri in salita, la Badia di Coltibuono.

Monastero di fondazione vallombrosana, la Badia si presenta oggi con la sua chiesa romanica e la torre campanaria che è davvero massiccia e che ricorda più la forma di una struttura fortificata, come del resto doveva esserlo essendo questa valle una delle più esposte a scorrerie che potevano provenire dalla vicina Valdarno.

Visiteremo l’interno della chiesa e avrai modo di scoprire la storia affascinante della riforma benedettina attuata da un grande personaggio locale, San Giovanni Gualberto, vissuto nel XII secolo.

Dopo la visita delle chiesa sarà possibile fermarsi per la pausa pranzo. Ripartiremo con il nostro trekking tra i castelli del Chianti senese per intraprendere un bellissimo sentiero nel bosco, dove il fatto che esista qui da secoli un monastero vallombrosano è tangibile grazie  all’abetina ancora presente in un’estensione importante, frammista alle querce che si mostrano di una colorazione molto più varia rispetto alle conifere, questo grazie anche ai licheni. Salendo il sentiero raggiungeremo il punto più alto del nostro percorso, dove toccheremo 700 metri di altitudine.

Rovine del castello di Montegrossi

trekking castelli chianti senese

Villaggio di Vertine

 Scenderemo poi rapidamente per attraversare per un punto solamente l’asfalto – è la strada per Radda – e quindi proseguire per il sentiero CAI. Dopo qualche centinaio di metri ci imbatteremo nel sito di un importante ritrovamento archeologico: Cetamura ha restituito interessanti reperti risalenti all’epoca etrusca che testimoniano la vivacità commerciale e archeologica di questo territorio. Dopo un sentiero nel bosco ci troveremo davanti alla vista dell’antico castello di San Donato in Perano, documentato già in epoca medievale. Oggi besslissima villa che domina il paesaggio, la vista di questo sito lo faremo attraversando una strada ampia dove il paesaggio sarà cambiato, dove il bosco ha lasciato spazio a simmetrici filari di vigneto lunghi centinaia di metri e che si sviluppano lungo la spettacolare vallata. Saremo ora vicini quasi alle ore del tramonto e sarà bello assaporare le atmosfere di questa lunga passeggiata.

Il castello di Vertine

Proseguendo con il nostro trekking dei castelli del Chianti senese, dietro a una curva all’improvviso comparirà davanti a te il villaggio fortificato di Vertine.

Luogo già attestato nel Medioevo, di questo grazioso borgo, curato fin nei minimi particolari dai suoi pochi abitanti, ti piacerà tanto la sua amenità e ti farà venire voglia di non voler lasciare questo posto.

Concluderemo il nostro trekking tra i castelli del Chianti senese ristenderemo verso Gaiole, tornando quindi al punto di partenza. Nella strada di discesa numerosi saranno gli scorci spunto per delle belle foto, dalla Pieve di Spaltenna – una delle più antiche del territorio – al piccolo borgo di Barbischio, arroccato in una piccola insenatura dietro Gaiole.

Giunti alla fine di nuovo in paese, potrà essere magari l’ora di un aperitivo godendosi la fresca aria della sera, nel momento in cui il sole sarà già calato dietro alle montagne e anche gli ultimi rossori del cielo si saranno attenuati. Un drink è possibile in uno dei caffè storici del posto, dal caratteristico stile country che è dovuto alla celebrazione dell’Eroica, una delle competizioni ciclistiche storiche.

La giornata volge al termine e il ricordo che porterai a casa, una volta che sentirai le tue gambe pesanti quando entrerai in macchina, è la storia sconosciuta di un Chianti che non è quello delle sue cantine ma quello di castelli e signori che gareggiarono per il controllo di questa terra di mezzo.

tour firenze a piedi

Vista panoramica sul Valdarno

Piazza della Signoria

Pieve di Spaltenna

Barbischio

Informazioni importanti sul trekking (cliccare qui)

Questo trekking può essere prenotato anche in combinazione con gli altri tour e trekking disponibili su Siena e Firenze, consultabili nel Menu.  L’attività è organizzata in collaborazione con Ambra Tour Guide.

L’attività che qui si propone non è un trekking a raccolta ma è un trekking privato che si effettua su richiesta di individuali o comitive organizzate con un’agenzia turistica e può essere personalizzato per ora d’inizio, luogo d’incontro e durata, a seconda delle esigenze del cliente.

 

Durata trekking tra i Castelli del Chianti senese

La durata del trekking tra i castelli del Chianti senese qui proposto è di 6 ore. La durata e il percorso possono essere adattati alle esigenze dei clienti.

Per il percorso si consigliano scarpe da trekking e un outfit a strati.

Pausa pranzo a sacco

E’ prevista una pausa pranzo/merenda a metà percorso, con pranzo a sacco. La guida ambientale non è un’agenzia turistica, per cui non fornisce servizio di prenotazione degustazioni, pranzi o cene ma può suggerire luoghi in cui i clienti, se interessati, possono prenotare

 

Copertura assicurativa

La guida o le guide ambientali che svolgono questa attività sono coperte da assicurazione di responsabilità civile. Il punto d’incontro per l’inizio dell’attività coincide con il punto finale poiché si tratta di un trekking con percorso ad anello.

 

 

 

Orari di apertura Badia a Coltibuono:

Poiché l’orario di apertura è dipeso dalla disponibilità di un volontario che apre la chiesa, si prega di contattare la guida in anticipo per verificare l’apertura.

Aperta tutti i giorni 9:00 – 19:00

 

La guida non fornisce servizio di trasporto privato

Per info sui biglietti dei musei, prenotazione del tour, o per avere il contatto di un driver autorizzato che fornisca il servizio privato di transfer, scrivere a:

info@guidaturistica-michelebusillo.com, anche tramite Whatsapp o Telegram 

 

Torna alla descrizione dell’itinerario

Quanto costa il tour e come prenotare (cliccare qui per info)

Costo del trekking

Il costo per un trekking tra i castelli del Chianti, per 6 ore in totale, è di 280,00 € (prezzo in totale e non a persona). Per maggiori info sulle tariffe e anche sulle offerte disponibili, consultare la pagina delle tariffe.

 

Come prenotare il trekking?

Il tour può essere prenotato scrivendo una mail o telefonando al +393332591526 o messaggiando la guida (anche tramite Whatsapp o Telegram) per verificare la disponibilità per il giorno desiderato.

Una volta concordati con la guida giorno e orario del tour, per prenotare è necessario anticipare il 50 % del valore del tour con una caparra da versarsi mediante pagamento con carta di credito.

Attenzione: procedere al pagamento della caparra solo dopo aver concordato data e modalità del tour con la guida. Il restante pagamento della visita guidata avviene dopo il tour con carta, in contanti o con bonifico.

 

Politica di cancellazione

È responsabilità della guida garantire in ogni caso il servizio di guida. Se anche per motivi personali la guida non è in grado di svolgere il servizio nella data fissata con il cliente, sarà sua premura rivolgersi ad un collega di fiducia che possa sostituirlo e quindi garantire il servizio al cliente.

La cancellazione del tour può essere fatta gratuitamente dandone tempestiva comunicazione alla guida prima di 48 ore dalla data e dall’ora concordata per il servizio. In questo caso la caparra versata in anticipo dal cliente sarà restituita dalla guida.

Se invece la cancellazione avviene da parte del cliente quando mancano meno di 48 ore alla data concordata per il servizio, il cliente perderà la caparra versata.

La cancellazione può essere effettuata comunicandolo alla guida con una mail, chiamando il numero +393332591526 o messaggiando (anche tramite Whatsapp o Telegram).

 

Torna alla descrizione dell’itinerario

 

Info per raggiungere il punto di inizio del trekking

In auto

A causa della mancanza di collegamenti con mezzi pubblici tra le tappe dell’itinerario, effettuare lo spostamento con la propria auto o un’auto noleggiata (oppure con bus turistico per una comitiva organizzata con un’agenzia) rimane ancora il modo più conveniente per fare l’itinerario per intero.

Gaiole in Chianti, punto di partenza del trekking, può essere raggiunta mediante l’Autostrada A1 (uscita Valdarno se si proviene da Roma o da Milano; proseguire poi seguendo le indicazioni verso Terranuova Bracciolini, poi per Gaiole, oppure uscendo sull’autostrada A1 a Bettolle Valdichiana, proseguire per Siena e quindi prendere la SP 408 per Montevarchi.

Parcheggi gratuiti sono disponibili a Gaiole in Via Galileo Galilei, lungo Via Alighieri e Via Baccio Bandinelli

 

In treno

Le stazioni più vicini ai luoghi dell’itinerario sono Firenze SMN e Siena. Da queste il modo più comodo per procedere è mediante un’auto a noleggio o taxi. L’orario dei treni per Siena e Firenze è consultabile sul sito di Trenitalia.

 

In Taxi

Per le località è disponibile il servizio taxi di Siena contattabile al numero +39057749222 inviando un SMS al numero +393483892305 indicando:

  • Indirizzo (Via o Piazza, Numero Civico e Comune);
  • Richieste Particolari (cane o gatto, pagamento con carta, lingua del driver, numero passeggeri se superiori a 4, bagagli se voluminosi).
    Attendi l’SMS di conferma con la sigla del taxi in arrivo ed il tempo stimato.

 

 

Gruppi organizzati con bus turistico

Per i gruppi organizzati/comitive con bus turistico, il punto per la discesa e risalita dei passeggeri a Gaiole in Chianti (cliccare qui per visualizzare il punto sulla mappa).

 

In camper

Per i camperisti vi è un’area dedicata nel centro di Gaiole in Chianti. Per maggiori info sulle aree dedicate ai camper cliccare qui.

Torna alla descrizione dell’itinerario